Siete qui:

  1. Home
  2. > IV Centenario della morte di...
  3. > 15. Casa Palazzi - Crespi

15. Casa Palazzi - Crespi

Già Casa Palazzi, famiglia alla quale apparteneva quando ricevette l’attuale presentazione architettonica, presenta partiti compositivi molto silenziosi, specie sul fronte della piazza del Duomo forse per un comprensibile timore reverenziale nei confronti del più importante dirimpettaio. Il palazzo fa angolo con via Lorenzo Maitani, e la seconda parte del prospetto su questa via, che è separata da quella alla sua sinistra da un dente nella planimetria dell’edificio, è da attribuire ad Ippolito Scalza: e specialmente il portale ad arco inserito in una mostra rettangolare con triangoli di raccordo a rosette, affiancato da due slanciate mensole che partono da due pilastrini bugnati e che reggono la trabeazione. Il modello è sicuramente il portale del Palazzo Monaldeschi di Simone Mosca (n. 12), a cui un ancora giovane Ippolito Scalza, attorno al 1570, si ispira per la semplicità della soluzione ma anche per l’evidenza dinamica delle “molleggiate” volute.